SCHEDA
 28/11/2018  RELAZIONE DI AGGIORNAMENTO SULLE ATTIVITÀ LIQUIDATORIE ALLA DATA DEL 31 OTTOBREE 2018

RELAZIONE DI AGGIORNAMENTO

SULLE ATTIVITÀ LIQUIDATORIE

ALLA ALLA DATA DEL 31 OTTOBRE 2018



L’I.M.A.I.E. - Istituto Mutualistico Artisti Interpreti Esecutori – è stato dichiarato estinto con Decreto del Prefetto di Roma in data 30 aprile 2009 prot. n. 33961/606/2009/U.R.P.G. confermato con successivo Decreto Prefettizio del 28 maggio 2009 prot. n. 34036/606/2009 U.R.P.G.
Con Provvedimento del Presidente del Tribunale Ordinario di Roma del 28 maggio 2009 venivano nominati Commissari Liquidatori dell’I.M.A.I.E. l’Avv. Giovanni Galoppi con funzioni di impulso e di coordinamento della struttura, il Prof. Enrico Laghi e l’Avv. Giuseppe Tepedino, i quali - verificato che sulla base delle analisi dei dati della contabilità e di quanto risultava agli atti dell’I.M.A.I.E., il patrimonio non era sufficiente al pagamento integrale delle passività - dichiaravano di voler procedere alla Liquidazione Generale dell’Istituto e ne davano avviso a tutti i creditori mediante l’annotazione nel Registro delle Persone Giuridiche di Diritto privato presso la Prefettura di Roma.
Tanto premesso, i Commissari Liquidatori riportano nel presente documento una sintesi della relazione di aggiornamento, alla data del 31 ottobre 2018 che tiene conto anche del risultato dei continui controlli effettuati e delle correzioni apportate su errori materiali e di calcolo in base alle periodiche ricognizioni.

*** ** ***

STATI PASSIVI

A] Depositi

I Commissari Liquidatori - nel corso della formazione dello stato passivo sulla base della documentazione presente all’interno dell’Istituto alla data di estinzione dello stesso - hanno provveduto a redigere lo Stato Passivo effettuando i seguenti depositi presso la Cancelleria della Presidenza del Tribunale Civile di Roma:
1) Deposito del 19 aprile 2010 e successive integrazioni.
In data 19 aprile 2010 i Commissari Liquidatori hanno depositato lo stato passivo dell’Istituto che accoglie i crediti degli A.I.E. per diritti musicali e audiovisivi maturati, rispettivamente, fino al 31.12.2006 e fino al 31.12.2007 ed è composto, a seguito delle integrazioni e/o variazioni depositate in data 13 aprile 2011, 27 luglio 2011, , 21 novembre 2011, , 27 dicembre 2012, , 7 febbraio 2013, , 6 febbraio 2014 ,e 17 febbraio 2014, complessivamente da n. 71.494 schede relative agli Aventi Diritto ammessi, n. 89 schede relative ai fornitori di beni e servizi ammessi, n. 41 schede relative ai dipendenti ammessi e n. 115 schede relative ai creditori ex art. 7 ammessi per un importo totale pari ad Euro 42.980.691,15.
2) Deposito del 21 novembre 2011.
In data 21 novembre 2011 i Commissari Liquidatori hanno depositato un altro stato passivo dell’Istituto avente ad oggetto crediti nascenti da una risoluzione consensuale di rapporto di lavoro e da n. 3 avvisi di accertamento da parte dell’Agenzia delle Entrate per un totale di Euro 1.944.133,22.
3) Deposito del 24 gennaio 2013.
In data 24 gennaio 2013 i Commissari Liquidatori hanno depositato un ulteriore stato passivo dell’Istituto avente ad oggetto diritti audiovisivi contrattualizzati e successivamente incassati dalla liquidazione per il periodo dal 1°/1/2008 al 14/7/2009 e che accoglie crediti di n. 38.187 aventi diritto ammessi per un importo totale pari ad Euro 8.807.632,93.
4) Deposito del 6 febbraio 2014.
In data 6 febbraio 2014 i Commissari Liquidatori hanno depositato un successivo stato passivo dell’Istituto, il quale è stato variato con autorizzazione del Tribunale di Roma del 19 settembre 2017 all’esito del giudizio di opposizione presentato da SENA - Corporation For The Exploitation Of Neighbouring (con conseguente variazione del Quinto Stato Passivo). Tale stato passivo ammette crediti per complessivi Euro € 15.782.854,19 così suddivisi: 1) n. 25.907 ammissioni inerenti: a] ai compensi musicali ex artt. 73 e 73 bis L. n. 633/41 SCF dall’1.1.2007 al 31.12.2007, AFI dall’1.1.2000 al 31.12.2008, RAI TRADE dall’1.1.2006 al 31.12.2008 e conguagli dall’1.1.2000 al 31.12.2005; b] ai compensi musicali ex art. 71 L. n. 633/41 COPIA PRIVATA AUDIO dall’1.1.2007 al 31.12.2008; c] ai compensi musicali ex art. 71 L. n. 633/41 dall’1.1.2000 al 31.12.2007; 2) n. 1.004 ammissioni inerenti ai compensi relativi a somme maturate dagli AIE all’estero ai sensi e per gli effetti degli Accordi di Tipo A sottoscritti tra I.M.A.I.E. e la A.D.A.M.I. SC.
5) Deposito del 30 luglio 2015 e successiva variazione.
In data 30 luglio 2015 i Commissari Liquidatori hanno depositato uno stato passivo dell’Istituto che individua quali aventi diritto n. 72.243 persone fisiche e n. 15.363 gruppi musicali e che accoglie la ripartizione dei diritti musicali ed audiovisivi per i periodi e gli oggetti di seguito specificati: 1) conguagli e compensi musica ex artt. 73 e 73 bis L. n. 633/41: SCF dal 1975 al 17 luglio 2009 - AFI dal 1 gennaio 2000 al 31 dicembre 2008 - RAI TRADE dal 1999 al 31 dicembre 2008; 2) conguagli e compensi musica ex art. 71 L. n. 633/41: copia privata audio dal 1992 al 14 luglio 2009 - copia privata video dal 2003 al 14 luglio 2009; 3) conguagli e compensi audiovisivo ex art. 84 L. n. 633/41: TV generaliste dal 1° gennaio 1998 al 14 luglio 2009 - altre TV locali e satellitari dal 1° gennaio 2003 al 14 luglio 2009 - Home Video dal 1° gennaio 1998 al 14 luglio 2009; 4) conguagli e compensi musica ex art. 71 L n. 633/41: copia privata video dal 2003 al 14 luglio 2009.
Successivamente, a seguito dello svolgimento delle attività volte alla implementazione del supporto documentale posto alla base delle attribuzioni dei diritti in favore degli artisti, in data 9 giugno 2016 i Commissari Liquidatori hanno depositato una variazione a rettifica parziale sia dello stato passivo del 6 febbraio 2014, sia dello stato passivo del 30 luglio 2015 nella quale: 1) i crediti ammessi al Quarto Stato Passivo e riferiti a n. 5.298 gruppi musicali sono stati considerati assorbiti negli importi ammessi al Quinto Stato Passivo e riferiti a n. 12.227 posizioni ammesse (si tratta degli artisti appartenenti ai suddetti gruppi musicali); 2) i crediti ammessi a seguito delle elaborazioni e conseguenti attribuzioni effettuate nell’ambito della opposizione al Quarto Stato Passivo promossa da SENA - Corporation For The Exploitation Of Neighbouring - hanno reso necessarie: a) la rettifica in diminuzione di n. 690 posizioni ammesse al Quinto Stato Passivo, in quanto inclusive degli importi attribuiti nell’ambito delle operazioni peritali; b) la rettifica in diminuzione di n. 34 posizioni ammesse al Quarto Stato Passivo di cui alle relative schede di variazione; 3) il Quinto stato passivo è stato integrato di n. 6 nuove ammissioni conseguenti alla errata attribuzione, a causa di un fenomeno di omonimia, dei crediti in favore di n. 3 soggetti originariamente ammessi in relazione ai quali si è proceduto, dunque, alla ammissione del conseguente credito decurtato per effetto di quanto sopra.
Tale stato passivo ammette crediti complessivamente per 34.064.586,20 euro.
6) Deposito del 20 luglio 2018.
In data 20 luglio 2018 è stato depositata l’integrazione del V stato passivo comprensivo di 42.559 posizioni creditorie riferite ai gruppi musicali già ammessi nello stato passivo del 30 luglio 2015 per un valore complessivo di 7.541.106,48 euro.
Nella medesima data è stato depositato il VI stato passivo necessario in virtù del pagamento, nel corso del 2017, da parte di SCF di somme riferibili a diritti maturati per la c.d. copia privata. Delle somme dovute da SCF si era già tenuto conto nella redazione del V stato passivo avvenuta non solo in base a quanto già incassato ma anche in base alla quota AIE già comunicata alla SIAE. Con il pagamento SCF di 2.509.491,37 euro si è potuto, quindi, completare l’incasso e distribuire il residuo pari a 1.392.953,84 euro in favore di 55.885 aventi diritto. Il totale del deposito del 20 luglio 2018 è relativo a 98.444 posizioni per complessivi 8.934.060,31 euro.
Non risultano depositate opposizioni allo stato passivo e, quindi, è stata richiesta al Presidente del Tribunale Ordinario di Roma l’autorizzazione al pagamento delle suddette somme in data 3 ottobre 2018, autorizzazione ancora non pervenuta alla Procedura.

B] B] Autorizzazioni ai pagamenti

A seguito di apposite istanze depositate presso la Cancelleria di Presidenza del Tribunale Ordinario di Roma da parte dei Commissari Liquidatori, il Presidente del Tribunale ha autorizzato i Commissari Liquidatori al pagamento:
1) nella misura del 30%, poi dell’ulteriore 40% ed infine del saldo a valere sui crediti iscritti nello stato passivo del 19/4/2010, con provvedimenti rispettivamente del 20/4/2010, dell’8/2/2011 e del 29/12/2011;
2) nella misura del 70% dei crediti iscritti nello stato passivo del 24/1/2013, con provvedimento del 2/7/2013, e del successivo saldo con provvedimento del 24/11/2015;
3) nella misura del 100% dei crediti iscritti nelle integrazioni del 6/2/2014 e del 17/2/2014 allo stato passivo depositato il 19/4/2010 con provvedimento del 18/3/2014;
4) nella misura del 70% dei crediti iscritti nello stato passivo del 6/2/2014, con provvedimento del 25/6/2014, e del successivo saldo con provvedimento del 25/11/2015;
5) nella misura del 100% a valere sui crediti iscritti nello stato passivo depositato il 30/7/2015 con provvedimento del 22/12/2015;
6) nella misura del 100% dei crediti di cui all’esito del giudizio di opposizione allo stato passivo presentata da SENA con provvedimento del 19/9/2017.

C] Pagamenti effettuati

Alla data del 31/10/2018, sono stati effettuati i seguenti pagamenti:
1) stato passivo del 19/4/2010: totale importi iscritti Euro 42.980.691,15; totale ammessi: 71.739; totale pagamenti effettuati Euro 24.483.635,31 (incidenza percentuale pari al 56,9% del totale iscritto);
2) stato passivo del 24/1/2013: totale importi iscritti Euro 8.807.632,93; totale ammessi: 38.187; totale pagamenti effettuati Euro 4.966.209,49 (incidenza percentuale del 56,3% del totale iscritto);
3) stato passivo 6/2/2014: totale importi iscritti Euro 13.060.445,35; totale ammessi: 21.613; totale pagamenti effettuati Euro 10.606.094,60 (incidenza percentuale dell’81,2% del totale iscritto);
4) stato passivo 30/7/2015: totale importi iscritti Euro 34.064.586,20; totale ammessi: 87.621; totale pagamenti effettuati Euro 16.569.566,82 (incidenza percentuale del 48% del totale iscritto). Si fa presente che oltre alla suddetta somma già pagata la Procedura è in attesa della fattura di una società di collecting per Euro 312.789,26 già contabilizzati ma ancora non corrisposti (il che eleverebbe l’importo dei pagamenti a 16.882.356,08 con un’incidenza percentuale del 49,56 %).
Totale generale: importi iscritti Euro 98.913.355,63; pagamenti Euro € 56.625.506,22; incidenza percentuale 57,2%.

*** ** ***

CONTENZIOSO

Ad oggi l’intero contenzioso dell’Ente si è notevolmente ridotto risultando pendenti due soli giudizi di opposizione allo stato passivo; per uno è in corso il procedimento riassunto innanzi al Tribunale di Roma a seguito di rinvio disposto dalla Corte di Cassazione mentre, per il secondo è attesa la fissazione dell’udienza di discussione innanzi alla Corte di Cassazione.
È pendente inoltre un giudizio innanzi il Tribunale Civile di Roma per l’opposizione al decreto di liquidazione delle spese di una CTU.
Innanzi al Tribunale Penale di Roma pende il processo n. 32191/08 r.g.N.R. in cui l’Ente è parte lesa. Il P.M. ha chiesto la fissazione dell’udienza, la quale ancora non risulta ancora fissata.

*** ** ***

LA SITUAZIONE FINANZIARIA, ECONOMICA E PATRIMONIALE DELL’ISTITUTO

La disponibilità di somme liquide dell’Istituto al 31/10/2018 è pari a 69.030.797,86 Euro (importo depositato presso conti correnti bancari come da condivisione con l’Autorità vigilante), tenuto conto dei pagamenti effettuati in favore degli AIE iscritti nello stato passivo e delle spese della procedura nonché delle somme incassate dagli utilizzatori nel corso della liquidazione stessa e non attribuibili.

*** ** ***

PROSPETTIVE E TEMPI DELL’ATTIVITÀ LIQUIDATORIA.

Facendo seguito a quanto illustrato nella precedente relazione di aggiornamento, si precisa che la liquidazione, in conformità con tutte le autorizzazioni ottenute dal Presidente del Tribunale, sta procedendo nell’attività di pagamento degli artisti interpreti ed esecutori aventi diritto ammessi allo Stato passivo. La Procedura è in attesa dell’autorizzazione al pagamento dell’integrazione del V stato passivo e del VI stato passivo.


Roma, 16 novembre 2018

I Commissari Liquidatori



     Avv. Giovanni Galoppi,   Prof. Enrico Laghi,   Avv. Giuseppe Tepedino

Torna alle notizie più recenti
   
© IMAIE 2013 - tutti i diritti riservati